Si è conclusa la prima notte bianca di Paitone, un evento fortemente voluto dall’Amministrazione ed appositamente inserito con tantissimi altri progetti che avrete modo di vedere e vivere nei prossimi mesi, nel bando di Regione Lombardia denominato

E-STATE E + INSIEME 2022 in quanto dopo due anni carenti di contatti, di entusiasmo e di divertimento, ritenevamo fosse arrivato il momento per poter dare a Paitone il giusto stimolo, un evento nato con l’intenzione di far conoscere il nostro territorio, le nostre realtà commerciali, associative ed imprenditoriali. Una macchina organizzativa ed operativa imponente nella quale nessuno si è risparmiato, ogni persona ha dato tutto ciò che poteva affinché il risultato potesse essere in linea con le aspettative.

Sì, è stata una vera esplosione di attaccamento al paese da parte dei commercianti che hanno raccolto e valorizzato una sfida assai impegnativa ovvero quella di evitare che Paitone diventi un paese dormitorio, è stata un’esplosione di collaborazione tra tutte le associazioni, importanti realtà che compongono il tessuto sociale del nostro paese, un'esplosione di sport con la presentazione di tutte le attività sportive della futura stagione, è stata un’esplosione di generosità con imprenditori che hanno contribuito sia economicamente che a livello visivo a rendere colorata, viva e sicura l’area della festa. Ed ancora è stata un’esplosione di volontariato da parte di tutte le persone che si sono adoperate per l’allestimento ed il riordino delle aree, un’esplosione di speranza per il futuro vedendo giovani ragazzi occuparsi della pulizia e del mantenimento della cosa pubblica, un’esplosione di sensibilità da parte del personale del Comune e di tutti gli operatori comunali che hanno donato gratuitamente ore extra orario lavorativo dimostrando che nelle grandi persone l’impegno supera il semplice dovere, un’esplosione di sicurezza portata dalla presenza fino a tarda notte della polizia locale di Prevalle, Paitone, Serle, Gargnano/Tremosine e dalla Protezione Civile di Serle che non ha esitato un solo istante a donare la propria presenza nell’area dei fuochi artificiali, un’esplosione di emozioni nel vedere abbracci e sorrisi sui volti di persone che da troppo tempo non condividevano sentimenti positivi, un’esplosione di suoni e colori a mettere la cornice ad un quadro che difficilmente potrà essere dimenticato da chi l’ha vissuto.

Per rispondere alle isolate critiche possiamo rassicuravi che a Paitone ci saranno pure le asfaltature e le nuove segnaletiche orizzontali, verrà nei prossimi mesi completato tutto il nuovo impianto di illuminazione (passaggio a led con l’aggiunta di 65 nuovi corpi illuminanti) con un nuovo sistema di videosorveglianza (17 saranno le nuove telecamere anziché le 7 previste), avremo 5 nuovi attraversamenti pedonali illuminati per garantire una maggior sicurezza ai pedoni, verrà riqualificata l’area del lascito Beschi e avremo un area sportiva invidiabile con l’aggiunta di nuove piantumazioni ed ampliamento aree verdi, ma senza l’unione ed un territorio vivo come quello che si è visto sabato sera, quanto ho appena elencato non servirà a nulla.

Come amministratori ritengo che sia nostro compito promuovere la socialità e l’attaccamento al territorio ed i modi perché questo avvenga sono molteplici e passano anche e soprattutto attraverso esperienze positive come quelle appena vissute.

“Quando il perché è forte, il come si trova sempre” (A. Davì)

Il Sindaco

Alberto Maestri